La Sindrome da Fatica Cronica o Encefalomielite Mialgica


Ultimo aggiornamento: 02/02/2019, Dott. Miguel B. Royo Salvador, nº. Ordine 10389. Neurochirurgo e Neurologo.
 

Definizione

La Sindrome da Fatica Cronica (CFS, acronimo di Chronic Fatigue Syndrome), o Encefalomielite Mialgica (ME) è una patologia severa, un disturbo complesso e di lunga durata, che può compromettere molti sistemi dell’organismo. È caratterizzata da una stanchezza estrema, che non migliora con il riposo e che implica la difficoltà di realizzare un’attività normale, a volte impedisce persino di alzarsi dal letto. È anche definita “Malattia da intolleranza sistemica allo sforzo”.

Nel 1984 è stato proposto il concetto di Sindromi da Sensibilità Centrale, in quanto concetto patologico che comprende vari processi con aspetti comuni, tra i quali la CFS/ME e quello della Fibromialgia.

Fig.1


Sintomi

La CFS/ME è caratterizzata da un quadro clinico che può includere alcuni dei seguenti sintomi: stanchezza severa o esaurimento estremo con una durata di più di 24 ore dopo aver realizzato sforzi, malessere o stanchezza dopo aver realizzato sforzi con peggioramento dei sintomi, dolore articolare o muscolare senza causa apparente, mal di testa, difficoltà dell’attenzione e della concentrazione, perdita di memoria, insonnia, sonno non riparatore, capogiri, mal di gola, discreto aumento o dolore dei gangli linfatici.


Diagnosi

Fino ad ora si trattava di una diagnosi per esclusione, e si procedeva a una serie di esami che permettono di escludere altre patologie con sintomi simili prima di confermarla.

Per concludere la diagnosi per esclusione, è necessario che la stanchezza sia stata presente negli ultimi sei mesi e che sia associata almeno a 4 dei sintomi menzionati.

Ugualmente, ci sono veri criteri per valutare la presenza di una SFC/ME: il criterio Fukuda 1994, il Canadian Consensus Criteria (CCC) 2003 e il Myalgic Encephalomyelitis-International Consensus Criteria (ME-ICC) 2011.

Secondo Nakatomi Y. 2018, è stata dimostrata con la Tomografia ad emissione di positroni (PET) l’esistenza di una neuro-infiammazione molto estesa nelle aree cerebrali dei pazienti affetti da SFC/ME, che concorda con la gravità dei sintomi neuro-psicologici.

Il metodo Filum System®, in base alle scoperte scientifiche sulla Fibromialgia, all’appartenenza di quest’ultima allo stesso gruppo di patologie della SFC/ME e all’osservazione di vari casi co-diagnosticati di Malattia del Filum, suggerisce che si proceda alla realizzazione di Risonanza Magnetica Nucleare encefalica e della colonna vertebrale.

Mediante una RMN, si può constatare la presenza di segni che indichino una probabile trazione anomala del midollo spinale, come possibile alterazione correlata e visibile a livello del neuro-imaging. Si raccomanda inoltre di effettuare la PET encefalica.


Cause

Attualmente, le cause della SFC/ME sono sconosciute.

Per quanto riguarda la ricerca sulle stesse, gli specialisti ritengono che una predisposizione congenita al disturbo potrebbe poi esprimersi per una combinazione di fattori. Si riconoscono come eventuali fattori causali da studiare particolarmente:

  • Infezioni virali: sono stati identificati vari casi in cui la Sindrome è insorta dopo un’infezione virale.
  • Problemi o alterazioni del sistema immunitario: è stato osservato che il sistema immunitario dei pazienti con SFC/ME sembra esserne colpito.
  • Squilibri ormonali.

-Secondo il metodo sanitario Filum System®:

In base alle ultime scoperte sulla Fibromialgia e sulla sua possibile predisposizione- causata da una trazione anomala del midollo provocata da un Filum Terminale eccessivamente corto o teso- ugualmente suggeriamo che si tenga in considerazione la possibile presenza di una trazione anomala nella SFC/ME, in quanto patologia dello stesso gruppo della Fibromialgia.


Fattori di Rischio

Tra i fattori di rischio determinanti nella SFC/ME, principalmente si è soliti riconoscere:

  • L’età La Sindrome può colpire i pazienti adulti di qualunque età, ma si osserva che la sua incidenza aumenta soprattutto tra i 40 e i 50 anni.
  • Il sesso femminile: Le donne sono solite ricevere la diagnosi con più frequenza degli uomini, ma poiché si tratta di una patologia di recente classificazione, non è ancora stato chiarito se questo può essere dovuto a una maggiore tendenza del genere femminile a riferire i suoi sintomi.
  • Lo stress: È stato rilevato che lo stress fisico o mentale può costituire un fattore scatenante della SFC/ME.
  • Fattori genetici/Antecedenti familiari: Più membri di una stessa famiglia a volte sono affetti dalla Sindrome, per questa ragione si sta indagando sulla genetica e sull’eventuale ruolo che questa potrebbe avere nella sua trasmissione.

Il Filum System® tiene in considerazione anche la possibile correlazione della SFC/ME con la trazione caudale, prodotta da un Filum terminale eccessivamente teso, che definiamo Malattia del Filum e che consiste in una patologia di tipo congenito, che può essere trasmessa tra famigliari.


Complicazioni

Le principali complicazioni che si osservano nei casi diagnosticati di SFC/ME sono le seguenti:

  • Depressione: l’esaurimento estremo e la stanchezza generalizzata, insieme agli altri sintomi, e soprattutto al dolore cronico che colpisce i malati, possono partecipare alla comparsa di una depressione.
  • Isolamento sociale: a seguito delle difficoltà nel mantenere un’attività normale, del malessere e delle limitazioni che la stanchezza cronica possono comportare nella vita dei malati, questi arrivano spesso ad isolarsi socialmente.
  • Peggioramento della qualità di vita: con il progredire della malattia, si osserva nei malati una perdita della condizione precedente della loro qualità di vita.

Trattamenti

Non esiste un trattamento riconosciuto per la cura della Sindrome da Fatica Cronica/ Encefalomielite Mialgica. Attualmente, le cure più effettive sono focalizzate sul trattamento e sulla riduzione dei sintomi:

  • Training cognitivo.
  • Esercizi progressivi.
  • Strategie mediante routine regolari, rilassamento e tecniche per dormire di più e meglio.
  • Terapie del sonno.
  • Terapie del dolore.
  • Dieta equilibrata.

Per quanto riguarda la nostra specializzazione, la neurochirurgia, con lo studio pubblicato dal Dott. Mantia e collaboratori nel 2015, e basato sull’applicazione del Filum System® nei pazienti, è stato confermato che l’approccio chirurgico realizzato in diversi casi di Fibromialgia prima della fisioterapia può giovare ai malati, sempre che si confermi anteriormente l’esistenza di segni di Malattia del Filum.

Ancora non si sa se questo potrebbe essere attribuito ad un sottogruppo di Sindromi da Sensibilità Centrale o a interpretazioni diagnostiche errate, ma anche in diversi casi di SFC/ME è stata osservata la presenza della trazione caudale anomala del sistema nervoso. È per questo che questo fenomeno è in fase di studio e che raccomandiamo di confermare se sono rilevabili segni di Malattia del Filum nei pazienti, per poter applicare loro il trattamento neurochirurgico prima di quello sintomatico.

Dal 1993, con la pubblicazione della tesi di dottorato del Dott. M. B. Royo Salvador, che associa la trazione caudale di tutto il sistema nervoso dovuta al filum terminale alla causa di diverse patologie comprese nella Malattia del Filum, è stato disegnato un nuovo trattamento- in questo caso eziologico o relativo alla causa- con il quale sezionando chirurgicamente il filum terminale si elimina la forza di trazione midollare caudale responsabile del meccanismo patologico.

La nostra tecnica di Sezione del Filum terminale è mini-invasiva e solitamente si raccomanda in tutti i casi di Malattia del Filum e il prima possibile, dato che comporta un rischio minimo e arresta l’evoluzione della patologia.


La Sezione del Filum terminale mini-invasiva del Filum System®

Vantaggi

1. Elimina la trazione del midollo spinale provocata dal legamento quando è troppo corto o teso.

2. Con la tecnica chirurgica mini-invasiva esclusiva dell’ICSEB, il tempo operatorio è di circa 45 minuti. Poche ore di ricovero. Anestesia locale. Postoperatorio corto e senza limitazioni. Senza necessità di ricovero in Terapia Intensiva. Senza trasfusioni sanguigne.

3. La sua applicazione comporta lo 0% di mortalità, senza effetti secondari.

4. Migliora i sintomi e arresta l’evoluzione delle patologie associate alla Malattia del Filum.


Risultati

Con il metodo Filum System® sono stati operati più di 1500 pazienti con Malattia del Filum e Sindrome Neuro-cranio-vertebrale, eliminandone la causa e arrestando l’evoluzione della patologia e il conflitto meccanico nel sistema nervoso, con eccellenti risultati ed un alto indice di soddisfazione dei pazienti.

Si è potuto osservare che nei pazienti con Fibromialgia sottoposti a trattamento chirurgico di Sezione del Filum terminale secondo il metodo Filum System®, e poi a fisioterapia, la maggior parte dei malati ha avuto un miglioramento significativo in confronto ai pazienti che sono stati sottoposti solo a fisioterapia.

In diversi casi, i pazienti avevano anche Sindrome da Stanchezza Cronica/ Encefalomielite Mialgica co-diagnosticata insieme a Malattia del Filum e/o Fibromialgia.


Riferimenti Bibliografici:

  1. IACFS/ME: Primer for Clinical Practitioners . Members of the IACFS/ME Primer Writing Committee, Fred Friedberg, Ph.D., Chairperson Stony Brook, 2014, New York, USA.
  2. Yunus, M. B. (2007). Role of central sensitization in symptoms beyond muscle pain, and the evaluation of a patient with widespread pain. Best Practice & Research Clinical Rheumatology, 21(3), 481-497.
  3. Nakatomi Y, Mizuno K, Ishii A, Wada Y, Tanaka M, Tazawa S, Onoe K, Fukuda S, Kawabe J, Takahashi K, et al. J Neuroinflammation in Patients with Chronic Fatigue Syndrome/Myalgic Encephalomyelitis: An C-(R)-PK11195 PET Study. Nucl Med. 2014 Jun; 55(6): 945-50. Epub 2014 Mar 24.
  4. Dr. Miguel B. Royo Salvador (1996), Siringomielia, escoliosis y malformación de Arnold-Chiari idiopáticas, etiología común (PDF). REV NEUROL (Barc); 24 (132): 937-959.
  5. Dr. Miguel B. Royo Salvador (1996), Platibasia, impresión basilar, retroceso odontoideo y kinking del tronco cerebral, etiología común con la siringomielia, escoliosis y malformación de Arnold-Chiari idiopáticas (PDF). REV NEUROL (Barc); 24 (134): 1241-1250
  6. Dr. Miguel B. Royo Salvador (1997), Nuevo tratamiento quirúrgico para la siringomielia, la escoliosis, la malformación de Arnold-Chiari, el kinking del tronco cerebral, el retroceso odontoideo, la impresión basilar y la platibasia idiopáticas (PDF). REV NEUROL; 25 (140): 523-530
  7. M. B. Royo-Salvador, J. Solé-Llenas, J. M. Doménech, and R. González-Adrio, (2005) “Results of the section of the filum terminale in 20 patients with syringomyelia, scoliosis and Chiari malformation“.(PDF). Acta Neurochir (Wien) 147: 515–523.
  8. M. B. Royo-Salvador (1992), “Aportación a la etiología de la siringomielia“, Tesis doctoral (PDF). Universidad Autónoma de Barcelona.
  9. M. B. Royo-Salvador (2014), “Filum System® Bibliography” (PDF).
  10. M. B. Royo-Salvador (2014), “Filum System® Guía Breve”.


Malattia del Filum

Il Dott. Royo Salvador, con la sua tesi di Dottorato (1992), conferma la teoria che varie patologie di causa sconosciuta -tra cui Sindrome di Arnold-Chiari I, Siringomielia idiopatica, Scoliosi idiopatica, Platibasia, Invaginazione basilare, Inversione del processo odontoide, Kinking del tronco cerebrale-condividono la causa, la trazione del midollo spinale e di tutto il sistema nervoso, facendo parte di un nuovo concetto di patologia, la Malattia del Filum. Quando il conflitto meccanico non è di causa congenita, si tratta di Sindrome Neuro-cranio-vertebrale.

Il conflitto meccanico che determina la forza di trazione di tutto il sistema nervoso, nella Malattia del Filum, si verifica in tutti gli embrioni umani, che in maggior o minor misura ne soffrono le conseguenze e ne manifestano diverse forme e intensità.

Alla Malattia del Filum sono associate altre malattie, come ernie discali vertebrali, alcune sindromi d’insufficienza vascolare cerebrale, sindrome della faccetta articolare e di Baastrup, Fibromialgia, Fatica cronica, enuresi notturna, incontinenza urinaria e paraparesi.

Per concludere la diagnosi e stabilire il trattamento e il controllo della Malattia del Filum, è stato definito un metodo sanitario, il Filum System®.







Contattaci

sam

Il Dipartimento d'Italiano è a sua disposizione per qualsiasi informazione.

Tutti i consulti ricevuti attraverso questa pagina o per mezzo dei diversi indirizzi di posta elettronica dell' 'Institut Chiari & Siringomielia & Escoliosis de Barcelona' vengono derivati all'équipe medica, sotto supervisione del dott. Miguel B. Royo Salvador.

Orario d'attenzione

Lunedì - giovedì:

h9:00-h18:00 (UTC +1)

Venerdí: h9:00-h15:00 (UTC +1)

Sabato e domenica: chiuso

[email protected]

Attenzione 24 ore

attraverso il formulario sul nostro sito

+34 932 066 406

+34 932 800 836

+34 902 350 320

Consulenza legale

Normativa giuridica

Avviso legale

Indirizzo

Pº Manuel Girona 16,

Barcelona, España, CP 08034