Kevin Espinoza. Arnold chiari I, Siringomielia e Sindrome da trazione midollare

Published by at 19 marzo, 2015


kevin_espinosa
Lettera di aggiornamento di Kevin al Dott. Royo

peru

Data 18/03/2015 

Egregio dott. Royo,

la presente è per salutarla e informarla che mi sento molto bene da quando mi ha operato.

La mia famiglia ed io le siamo davvero molto grati, dato che se non fosse per lei non avrei potuto passare così tanti buoni momenti con loro.

In questi giorni ho iniziato a fare esercizio, poichè che sono un po’ sovrappeso e che ciò non è buono per la salute.

Di nuovo grazie davvero per avermi ridato la vita e per avermi permesso di godermi tante cose! Sarò sempre in debito con lei.

Kevin Espinoza
[email protected]

Data dell´intervento: maggio 2007

Il mio nome è Kevin Espinoza Seminario, ho 14 anni, sono del Perù (Lima), e ho la Sindrome di Arnold Chiari I, la Siringomielia e la Sindrome da Trazione midollare.

Iniziai ad avere i primi sintomi dal novembre del 2006, con forti mal di testa, ero nervoso, presentavo stanchezza nonostante non facessi sforzi fisici.

Alla fine del marzo 2007, ero a scuola e iniziai a sentirmi male, mi faceva male la testa, persi la nozione dello spazio, la respirazione era agitata, la pressione bassa, e non potevo parlare in modo chiaro, ricordo che faticavo a pronunciare le parole.

I miei genitori mi portarono immediatamente in clinica, dove mi stabilizzarono, i riflessi rezionarono normalmente, potei parlare, come se niente fosse successo.

Il neurochirurgo indicó che fosse eseguita una TAC, il cui risultato fu normale.

In seguito mi fecero una Risonanza Magnetica, il risultato fu che avevo la Sindrome di Arnold Chiari I e le tonsille cerebellari 5 mm al di sotto del foro occipitale (quando gli stessi risultati furono esaminati dal Dott. Royo l´abbassamento era di 3.5 cm). Dopo mi fecero un´altra Risonanza, e da quella prova risultó che avevo Siringomielia.

I miei genitori verificarono questi risultati, con differenti neurochirurghi del paese, e tutti li informarono che l´unica soluzione per questa patologia era quella di realizzare una craniectomia suboccipitale.

Loro non accettarono in nessun momento questo tipo di intervento, erano a pezzi ma non persero mai la fede, si sentivano sicuri del fatto che esistesse un altro tipo di intervento chirurgico che non fosse tanto obsoleto e che desse garanzie. Mio padre passó varie notti cercando in internet informazioni riguardo a questa patologia e attraverso tale mezzo trovó il Dott. Miguel Royo Salvador, e inizió a informarsi sul tipo di chirurgia che questi aveva praticato con diversi pazienti e sull´esito della stessa. ( Resezione del filum terminale)

Addirittura entrarono in contatto con pazienti, affetti dalla patologia e che erano stati operati dal Dott. Royo. Dopo tanto buio apparve la luce.

Da lí iniziarono a mantenersi in contatto con l´Institut Neurologic de Barcelona , attraverso la famiglia Guzmán Mulatillo e iniziarono a fare le pratiche necessarie per andare in Spagna a Barcellona e affinché il Dott. Royo potesse operarmi.

Il 28 maggio ero giá a Barcellona, mi fecero le prove preoperatorie e il giorno 29 maggio il Dott. Royo mi stava operando, mediante la tecnica della Resezione del filum terminale.

L´operazione duró 30 minuti, cinque ore dopo, iniziai a recuperare la sensibilitá alla temperatura nella parte superiore del torace, camminai e il giorno seguente mi dimisero.

Adesso non sono stanco, cammino senza problemi, non ho mal di testa, non sono nervoso, il mio corpo risponde agli stimoli di freddo e caldo, il mio appetito è aumentato, il colore della mia pelle è cambiato, non ho mal di schiena.

Quello che non riesco a spiegarmi é come mai questa tecnica non viene praticata in nessun altro luogo al mondo, perché i neurochirurghi insistono con una chirurgia crudele e obsoleta (craniectomia suboccipitale) che non ti da´ garanzie di vita.

Sono a conoscenza del fatto che la tecnica del Dott. Royo é stata esposta in differenti luoghi e attraverso mezzi distinti (libri, congressi, forum, pagine web etc).

Sono milioni le persone al mondo che soffrono per questa patologia e possono liberarsi da questa situazione, perché per questo male esiste la cura. Se la tecnica del FILUM TERMINALE si estendesse nel mondo, si salverebbero molte vite.

Il Dott. Royo ha restituito alla mia famiglia la tranquillitá, loro hanno sempre avuto fiducia in lui dal primo momento, e a me ha dato la possibilitá d´essere vivo.

I miei ringraziamenti alla mia famiglia, al Dott. Royo, alla famiglia Guzmán Mulatillo, Guzmán Espinoza, a tutte le persone che hanno pregato per me e a Dio perché ha guidato i miei passi.

Spero che questa testimonianza aiuti le persone che hanno questa patologia.

Se volete contattarmi vi lascio il mio indirizzo di posta elettronica:




Contattaci

sam

Il Dipartimento d'Italiano è a sua disposizione per qualsiasi informazione.

Tutti i consulti ricevuti attraverso questa pagina o per mezzo dei diversi indirizzi di posta elettronica dell' 'Institut Chiari & Siringomielia & Escoliosis de Barcelona' vengono derivati all'équipe medica, sotto supervisione del dott. Miguel B. Royo Salvador.

Orario d'attenzione

Lunedì - giovedì:

h9:00-h18:00 (UTC +1)

Venerdí: h9:00-h15:00 (UTC +1)

Sabato e domenica: chiuso

[email protected]

Attenzione 24 ore

attraverso il formulario sul nostro sito

+34 932 066 406

+34 932 800 836

+34 902 350 320

Consulenza legale

Normativa giuridica

Avviso legale

Indirizzo

Pº Manuel Girona 16,

Barcelona, España, CP 08034