Manuel Márquez. Sindrome di Chiari I e ernia del disco cervicale

Published by at 4 aprile, 2006


Manuel_marquez

Data dell’intervento: aprile 2006

Mi chiamo Manuel Marquez Mulero, ho 42 anni e abito al Puerto de Santa Maria (Cadiz). Vi racconto ciò che ho sofferto per due anni e mezzo di malattia, dell’intervento a cui mi sono sottoposto e come mi sento man mano che trascorrono i giorni… Tutto è iniziato nel settembre 2003, come tutti i giorni è suonata la sveglia per andare al lavoro, ma con la differenza che non mi potevo svegliare. Le gambe non rispondevano. Dopo una visita dal medico, mi hanno diagnosticato una crisi lombare che hanno trattato con riposo e poco di più. A partire da allora ho iniziato a soffrire una perdita delle forze e come conseguenza delle cadute. All’inizio erano di tanto in tanto, ma man mano che passava il tempo si facevano più frequenti. Addirittura sono arrivato a cadere 3 o 4 volte al giorno. Sempre più spaventato ho deciso di andare dal medico. Il tempo passava e mi sentivo sempre peggio, fisicamente e mentalmente. I medici non sapevano spiegarsi le cadute. Alcuni dicevano che a causarle erano le vertigini e altri semplicemente non sapevano il perché.

La mia vita era sempre più limitata, non potevo chinarmi senza sentire un forte mal di schiena, non potevo vestirmi da solo, passavo notti e notti senza dormire per i crampi alle gambe e soffrivo di tachicardia. Il semplice fatto di salire le scale era una sfida quotidiana. Ho perso la sensibilità alle mani, a 42 anni mi sentivo un invalido senza sedia a rotelle. Dopo alcuni mesi mi hanno trovato un’ernia del disco cervicale, ma continuavo a non sapere il motivo delle cadute che tanto mi preoccupavano.

Dopo aver chiesto una seconda opinione mi hanno diagnosticato la patologia di Arnold Chiari I, che era la causa delle cadute e di tutto il male che pativo. Mi dicevano che questo si curava solo con chirurgia e che bisognava intervenire il prima possibile.

Il dott. Miguel Royo Salvador, colui che ha ridato la felicità a me e alla mia famiglia, mi ha dato un appuntamento attraverso posta elettronica nel suo studio di Barcellona, per visitarmi, e dopo aver confermato le sue intuizioni, sono tornato a casa con un altro appuntamento, questa volta per operare.

L’intervento consisteva nel tagliare il legamento attraverso una piccola apertura nella parte inferiore della colonna, affinché cessi la tensione e smetta di tirare dal cranio verso il basso, più l’ernia del disco cervicale. Quest’ultima si realizza attraverso la parte anteriore destra del collo, liberando il disco agganciato tra le vertebre e collocandovi a sua volta una protesi di titanio. Dal giorno seguente ho iniziato a notare un miglioramento. In primo luogo è scomparso il dolore al fondo della schiena, e finalmente ho potuto muovere le gambe come mi pareva, non sentendo più il peso di prima. Poco a poco mi sono sentito meglio e riuscivo a legarmi da solo le scarpe, mi è tornata la sensibilità in tutto il corpo e posso camminare per ore senza stancarmi. Sono scomparse l’angoscia e la tachicardia, non perdo l’equilibrio e non mi si addormentano le mani. Posso sollevare qualcosa di pesante senza cadere e ogni giorno mi sento meglio e tutto grazie a lei, Dottore.

 




Contattaci

sam

Il Dipartimento d'Italiano è a sua disposizione per qualsiasi informazione.

Tutti i consulti ricevuti attraverso questa pagina o per mezzo dei diversi indirizzi di posta elettronica dell' 'Institut Chiari & Siringomielia & Escoliosis de Barcelona' vengono derivati all'équipe medica, sotto supervisione del dott. Miguel B. Royo Salvador.

Orario d'attenzione

Lunedì - giovedì:

h9:00-h18:00 (UTC +1)

Venerdí: h9:00-h15:00 (UTC +1)

Sabato e domenica: chiuso

icb@institutchiaribcn.com

Attenzione 24 ore

attraverso il formulario sul nostro sito

+34 932 066 406

+34 932 800 836

+34 902 350 320

Consulenza legale

Normativa giuridica

Avviso legale

Indirizzo

Pº Manuel Girona 16,

Barcelona, España, CP 08034